Servizio gestito da Agevola SRL

Palazzo Martinengo: eccellenze artistiche bresciane e bergamasche in mostra

SA FINANCE orgogliosamente fra i sostenitori di un’esposizione unica nel suo genere per qualità e portata storica

C’è anche SA FINANCE nella rosa delle imprese del territorio che sostengono la nuova, attesissima mostra organizzata dall’Associazione amici di Palazzo Martinengo, che sarà aperta al pubblico da domani, 21 gennaio, riprendendo in questo modo un cammino artistico di grande importanza per la città e la comunità bresciane.

Il sostegno di SA FINANCE – oltre a rappresentare una vicinanza ormai ricorrente per le mostre che si svolgono a Palazzo Martinengo (visitate in passato da oltre 300 mila persone) – rientra nell’obiettivo che il polo della finanza di Via Stassano a Brescia si è posto per il 2023: promuovere la bellezza come valore fondamentale e come elemento insito nella cultura d’impresa. Il tutto con un’ulteriore ciliegina sulla torta: proprio nel giorno d’inaugurazione di Brescia e Bergamo capitali nazionali della cultura.

Un sostegno visibile a tutti i visitatori dal 21 gennaio e fino all’11 giugno, periodo durante il quale Palazzo Martinengo accoglierà i capolavori dei più importanti maestri dell’arte attivi tra il Cinquecento e il Settecento a Brescia e Bergamo.

Un “Unicum” assoluto, che porta con sé opere di Lotto, Romanino, Moretto, Ceruti, Savoldo, Gambara, Moroni, Palma il Vecchio, Cariani, Previtali, ovvero i “campioni della pittura” di questi due straordinari territori lombardi. Frutto dell’ideazione e dell’attività di curatore di quello che ormai è un vero big dell’arte italiana: il bresciano Davide Dotti.

E nelle sale di Palazzo Martinengo non saranno esposti soltanto quadri, ma ci sarà “una mostra nella mostra” con sculture, disegni, strumenti musicali, dipinti, cimeli storici, documenti, fotografie d’epoca che narrano la storia di Brescia e Bergamo, territori di Papi (Paolo VI° e Giovanni XXIII° avranno un significativo spazio all’interno dell’esposizione), intrisi di arte e cultura. Come dire… capitali italiane della cultura!

Orgoglio per l’elevata qualità della mostra e per l’iniziativa è stato sottolineato dai vertici di SA FINANCE:

“Quando si espone bellezza – ha spiegato Paolo Carnazzi, presidente del Gruppo SAEF -; quella bellezza invade tutto: il mondo in cui viviamo ma anche il nostro mondo interiore. Un’impresa moderna non può non tenerne conto, perché laddove c’è bellezza c’è innovazione, laddove c’è creatività c’è sviluppo. Dell’impresa, della società, della persona”. 

Vuoi maggiori informazioni?

Compila il modulo sottostante, un nostro esperto ti contatterà entro 24h



    Leggi le ultime news