Noleggio Operativo

 

1.    IL NOLEGGIO OPERATIVO

 

1.1: COSA É IN SINTESI

La locazione operativa è una formula che prevede che i beni vengano acquistati da una terza parte, generalmente la società di noleggio, che poi li cede a un cliente per l'utilizzo per una durata temporale prestabilita. La formula è conosciuta più squisitamente anche come noleggio e prevede una serie di vantaggi rispetto ad altre formule simili di non possesso esclusivo.

Il primo vantaggio è che venga gestita un'operazione a canoni costanti, quindi il cliente non deve avere un esborso iniziale legato all'anticipo ma pagando canoni costanti per l'intera durata riesce ad ottenere a noleggio il bene e le durate vanno da 24 a 60 mesi.

Si tratta di un prodotto estremamente flessibile in quanto ha la possibilità di inserire all'interno del finanziato tutto quello che riguarda anche le manutenzioni annue previste per il bene a differenza di quello che può essere un'operazione di leasing. E’ un'operazione che non va in centrale rischi a differenza ad esempio di un'operazione di leasing o di finanziamento che invece vanno segnalate. Richiede naturalmente una polizza assicurativa a copertura dei rischi sul bene, generalmente furto incendio e responsabilità civile.

Un ulteriore vantaggio è la deducibilità completa dei canoni sia dal punto di vista dell'IRAP sia dal punto di vista dell'IRES vengono scaricati al 100%. L'importanza di evitare il fai da te e rivolgersi ad una società di mediazione come SA Finance è sostanzialmente quello di trovare la soluzione migliore per il cliente nel momento in cui viene sottoposta un’esigenza specifica, Avendo rapporti con più società di noleggio, infatti, le società sono in grado di individuare la soluzione migliore alle condizioni migliori.

Importante specificare che ormai vengono gestite con la formula del noleggio operativo tutte le tipologie di beni: dagli arredi, ai computer e stampanti ma anche torni e macchinari nonché anche i beni usati (a differenza delle società di leasing che prediligono ora beni pressoché nuovi).

La società di noleggio invece valuta questa formula anche per beni usati da cantiere, quindi è in grado di andare a toccare tutte le tipologie di beni e tutti i settori dell'economia, allargando di molto il proprio raggio di azione.

 

1.2: COME FUNZIONA

Il noleggio operativo, anche detto locazione operativa, oppure semplicemente noleggio di beni per le imprese è un’opportunità che oggi le imprese hanno per poter sfruttare beni nuovi (o come vedremo anche usati) per la propria attività d’impresa senza essere costrette a comprarli interamente, ma soltanto pagando un canone fisso e periodico. Si tratta di una sicurezza sia in termini di impatto sul bilancio aziendale, che di impatto sui processi produttivi.

Il tema del noleggio, nonostante gli evidenti vantaggi di cui in seguito, ha fatto molta fatica a permeare nel sistema italiano, sia del fare impresa che del vivere. Per una particolare cultura del possesso, l’Italia è il paese dove le persone acquistano o costruiscono le case, a differenza dell’estero dove l’affitto è il modo d’utilizzo più diffuso. Parimenti anche nel mondo aziendale, gli imprenditori sono spesso restii a noleggiare beni e attrezzature per l’attività d’impresa. Titubanza che non può che cadere di fronte ai vantaggi del noleggio operativo, anche detto locazione operativa.

La formula portante di questa tipologia di utilizzo dei beni è basata su un assunto di base: i beni non vengono acquistati dall’azienda che intende utilizzarli ma da una società esterna, che se ne assume ogni responsabilità. L’azienda, in questo caso, usufruirà esclusivamente di un servizio in cambio di un canone, proprio come moltissime altre forniture, ma senza appesantirsi di tutto ciò che riguarda la gestione di un bene strumentale all’impresa. Per altro, rimane sempre (o in moltissimo casi) la possibilità di acquistare il bene al termine del contratto di noleggio, qualora l’azienda ne intravedesse aspetti positivi e di vantaggio, ma questa scelta non è mai un obbligo.

Il noleggio operativo è da considerarsi un’alternativa all’acquisto diretto di beni strumentali all’attività d’impresa oppure al leasing per l’acquisizione di tali beni (che si differenzia in molti aspetti dal noleggio operativo, come si può evincere dalle sezioni seguenti e da quella specifica sulle differenze).

La formula del noleggio operativo, o della locazione operativa che dir si voglia, è quella secondo la quale un soggetto imprenditoriale ha la possibilità di utilizzare per uno specifico periodo di tempo (che normalmente è di lungo respiro, quindi spesso di anni) alcuni beni funzionali alla propria attività d’impresa: dalle stampanti per gli uffici alle attrezzature edili per i cantieri (a seconda della tipologia della società di noleggio). Usufruendo di questa formula l’impresa beneficiaria assumerà lo status di locatario, mentre la società di noleggio assumerà lo status di locatore. I beni, infatti, vengono dati in locazione (o in affitto, utilizzando altri termini).

Non è un acquisto (né immediato né dilazionato) ma è un servizio, nella logica che “non si compra un bene, ma si compra l’utilizzo del bene”.

 

1.3: I VANTAGGI

I vantaggi del noleggio operativo sono molteplici e per questo rendono questa formula una delle migliori presenti sul mercato per poter sfruttare beni funzionali all’attività d’impresa (spesso di ultima generazione, con le conseguenti ricadute produttive sui prodotti finali dell’impresa) senza doversi appesantire con il costo di acquisto e di gestione.

Iniziamo quindi con i vantaggi che riguardano l’utilizzatore.

  • E’ evidente un risparmio economico, in quanto l’utilizzatore non è costretto ad un esborso di capitale proprio per acquistare il bene né facendo ricorso al circolante, né tantomeno facendo ricorso a formule di credito per le imprese.
  • Risulta chiara anche l’assenza di appesantimenti di immobilizzazioni nello stato patrimoniale dell’impresa (i beni noleggiati non vanno nello stato patrimoniale, perché il loro utilizzo è considerato un servizio, quindi una sorta di bene immateriale). A livello proprio di bilancio, la locazione operativa, o noleggio operativo, come lo si voglia chiamare e definire, non va a rappresentare un debito, ma soltanto un canone fisso, come può essere quello telefonico, ad esempio. E’ la fornitura di un servizio. Ma a spiccare, anche in chiave di “libera professione”, sono le deducibilità complete (quindi al 100 per cento) del costo del noleggio operativo sia per quanto attiene l’IRES che per quanto attiene l’IRAP, senza alcun vincolo di tempo o di durata.
  • Un ulteriore, grande vantaggio ascrivibile al noleggio operativo è la certezza del costo: i canoni mensili sono prestabiliti su una base fissa che prevede e ingloba anche tutti i costi accessori legati al bene (come la manutenzione, l’assicurazione, tutto ciò che rientra nella gestione straordinaria del bene). Non solo. Al termine del contratto l’impresa potrà scegliere se acquistare i beni fino ad allora utilizzati con la formula del noleggio operativo, oppure noleggiarne di nuovi, con relative garanzie di funzionalità, modernità, efficienza (la seconda scelta è quella preferita da oltre il 90 per cento delle imprese che si avvalgono della locazione operativa). Il noleggio operativo è di per sé un prodotto molto flessibile: l’acquisizione a noleggio dei beni è il termine di una contrattazione fra le parti, che stabiliscono quindi fra loro le caratteristiche da dare al rapporto.

Ma il noleggio operativo è molto vantaggioso anche per coloro che lo propongono, ovvero le società dedite alla locazione operativa:

  • Basti pensare si possono superare tutti gli aspetti legati al credito per quanto riguarda l’acquisto di un bene e al contrario si comincia ad acquisire fin da subito un canone fisso e costante da parte del cliente.
  • Anche sul fronte prezzo il noleggio operativo è vantaggioso per la società di noleggio, perché non costringe (come nel caso di un acquisto) a negoziare il valore di un bene molto oneroso economicamente, ma permette di negoziarne soltanto l’utilizzo, ponendo a benefit tutti i costi che vengono “tolti” all’utilizzatore. Si pensi ad esempio al costo di assicurazione, manutenzione, tagliandi, cambio gomme… per il noleggio operativo di un automezzo funzionale all’attività d’impresa.

 

2. LE CARATTERISTICHE

 

2. 1: LA DIFFERENZA CON IL LEASING

Non è assolutamente da confondere la formula del noleggio operativo (o locazione operativa) da quella del leasing, che rappresentano forme di utilizzo di un bene completamente diverse nella forma, anche se apparentemente simili in alcuni aspetti.

L’aspetto che può rendere apparentemente simili queste due formule è il fatto accomunante che il bene non viene acquistato in una sola soluzione prima dell’utilizzo, ma il suo utilizzo è legato al versamento di un canone periodico.

La prima differenza con il leasing, però, sta nella certezza dei costi del noleggio operativo anziché nelle variabili legate al leasing. In sintesi: nella locazione operativa non ci sono costi addizionali e variabili (si definisce un canone e quello rimane nel tempo fino alla scadenza del contratto sottoscritto), mentre nel leasing, quel canone può variare, a meno che non venga sottoscritto un leasing a tasso fisso al posto che a tasso indicizzato.

Inoltre le normative prevedono che i beni acquisiti tramite noleggio operativo, a differenza di quelli acquisiti tramite leasing, non vadano iscritti a bilancio nella situazione patrimoniale, proprio perché rappresentano un servizio, ma come canone strumentale all’utilizzo del bene stesso.

Sull’eventuale acquisto finale del bene (nonostante si sia detto che la formula del noleggio “sconsiglia” l’acquisto finale proprio per i numerosi vantaggi gestionali) noleggio operativo e leasing differiscono ancora una volta: qualora l’utilizzatore del bene oggetto di noleggio operativo, decidesse di acquistarlo al termine dell’utilizzo, l’unico confronto con la società di noleggio si impernierebbe sullo stato di conservazione e efficienza del bene, mentre nel caso del leasing sicuramente i tempi sarebbero più lunghi (causa la necessità di ammortamento del bene) e il risultato economico sarebbe molto più oneroso (tempi più lunghi e rate più alte, oltre che totale assenza di spese accessorie alla gestione del bene).

 

2.2: LA DEDUCIBILITA’

Un fondamentale vantaggio ascritto alla formula del noleggio operativo è proprio la totale deducibilità del valore economico del noleggio ai fine IRES e IRAP. Non solo. I canoni di noleggio sono detraibili ai fini IVA. E anche questa rappresenta una grande differenza rispetto al leasing, che prevede invece limiti precisi di deducibilità degli oneri finanziari e dell’IIVA.

Moltissime aziende si avvicinano al noleggio operativo (o locazione operativa) proprio per via di questi vantaggi fiscali. Si pensi, ad esempio, anche all’automezzo necessario all’attività di una piccola o media impresa. Non si avrà il costo di acquisto. I canoni potranno essere dedotti ai fini di IRES e IRAP, l’IVA potrà essere interamente detratta e non ci saranno spese aggiuntive a quelle del canone, né per manutenzioni, né per gestione del bene (dal cambio di pneumatici, all’assicurazione).

La deducibilità legata al noleggio operativo (o locazione operativa) è quindi un elemento da tenere in seria e forte considerazione, per qualsiasi azienda che stia pensando al noleggio operativo come formula per avvalersi dell’utilizzo di beni strumentali all’attività d’impresa, senza farsi gravare dal prezzo e delle dinamiche dell’acquisto diretto.

 

2.3: BENI NUOVI O USATI

Il noleggio operativo rappresenta una formula che può essere applicata ad una vasta rosa di beni, ovvero tutti i beni che vengono definiti come “beni strumentali” all’attività d’impresa.

Per essere più specifici, in questi beni rientrano tutti quelli materiali e immateriali utilizzati dalle imprese per i processi produttivi. All’interno di questa rosa di beni è difficile trovare beni da escludere. Si va dalle attrezzature per l’ufficio (diffusissimo ormai, ad esempio, il noleggio delle stampanti), ai computer, ai mobili, fino alle attrezzature più classiche per il manifatturiero.

Ormai le società di noleggio operativo (o locazione operativa) non escludono più alcun bene da questa rosa: noleggiando dal forno per il ristorante alla grande macchina industriale per l’impresa, dal muletto per il magazzino, ai ponteggi per l’impresa edile. E per un’impresa che non intende appesantirsi di costi di acquisto, questa è sicuramente la formula migliore e più efficiente da sposare, in quanto fornisce garanzie elevate di funzionalità dei beni, senza gravare sullo stato patrimoniale dell’impresa.

Importante sottolineare che in questa rosa, rientrano anche i beni usati e ancora funzionali ai progetti dell’impresa, che vengono posti a oggetto di negoziazione fra le parti per il noleggio operativo. L’attenzione di chi usufruisce del noleggio, in questo caso, è portare molta attenzione all’eventuale “fine vita” del bene.

 

3.  COME SFRUTTARLO

 

3.1: PERCHE’ AFFIDARSI A UNA SOCIETA’ DI MEDIAZIONE CREDITIZIA

La società di mediazione creditizia ha certamente un’arma in più per accompagnare un’impresa a districarsi nel mondo della dotazione di beni funzionali alla sua attività ed è un passo che avviene anche un po’ prima del noleggio operativo.

La società di mediazione come SA Finance, infatti, porta nel suo paniere di valore aggiunto una forte conoscenza del mercato delle agevolazioni riguardanti l’acquisto di beni e le condizioni di molte decine di istituti di credito, tradizionali o digitali, per poter indirizzare l’impresa che abbisogna del servizio.

Il primissimo vantaggio è quindi quello legato alla forte e approfondita conoscenza del mercato, sia in termini di caratteristiche, che in termini di opportunità.

Il secondo, indiscutibile, vantaggio è rappresentato dall’equidistanza di una società di mediazione creditizia con i soggetti che forniscono i servizi di noleggio, La possibilità, quindi di paragonare fra loro molteplici offerte di diverse società ed andare ad individuare, insieme al cliente, la formula più adeguata, vantaggiosa e efficace per le proprie esigenze.

 

3_2: PERCHE’ SCEGLIERE IL NOLEGGIO OPERATIVO

In estrema sintesi, questa guida, redatta dal Centro studi di SA Finance, polo finanziario del gruppo SAEF, si pone l’obiettivo di chiarire meglio all’utenza la formula della locazione operativa, anche detta noleggio operativo. Una formula attraverso la quale le imprese possono utilizzare beni strumentali alla propria attività senza essere costrette ad acquistarli, senza acquisirne l’utilizzo in forma di leasing ma semplicemente “noleggiandoli” versando un canone all’impresa proprietaria (società di noleggio).

I vantaggi economici sono presto evidenziati:

  • si ha la possibilità di utilizzare un bene del quale non si è proprietari;
  • non c’è bisogno di sfruttare liquidita aziendale per l’acquisto;
  • si hanno costi definiti e certi;
  • si mantiene la propria capacità di indebitamento (non è prevista neppure alcuna segnalazione in centrale rischi).

Evidenti anche i vantaggi fiscali:

  • la deducibilità del valore dei canoni ai fini IRAP e IRES;
  • la detrazione ai fini IVA;
  • l’esclusione dei beni oggetto di noleggio operativo dagli studi di settore;
  • il fatto che si tratti di un servizio e non di un bene che, in caso di acquisto, avrebbe insistito sulla situazione patrimoniale dell’impresa.

Fra i vantaggi operativi che possono spingere un’impresa a scegliere il noleggio, da non considerare di secondo piano:

  • la flessibilità legata ai contratti di utilizzo;
  • la completa assenza di perdita di valore del bene;
  • lo smaltimento, spesso molto oneroso, a carico della società di noleggio.

Una rosa di evidenti ragioni per cui considerare anche il noleggio (o locazione) operativo quale formula per poter utilizzare beni strumentali per la propria impresa.

 

Scarica la tua guida

Per ricevere la tua copia della guida, iscriviti alla newsletter dedicata e riceverai preziose comunicazioni sui nuovi approfondimenti appena saranno pubblicati.