Servizio gestito da Agevola SRL Società Benefit

Misura Re-impresa

Bando aperto dal 22 gennaio 2024

Fondi disponibili
Modulistica
Entità agevolazioni
Procedura

La misura Re-impresa intende sostenere le imprese lombarde che hanno intrapreso o stanno per intraprendere, nell’ambito del nuovo Codice della Crisi e dell’insolvenza (CCII), un processo di ristrutturazione e necessitano di risorse per finanziare la fase di rilancio del business.
Beneficiari
Possono partecipare all’iniziativa le PMI (ad esclusione delle microimprese) e le MidCap in possesso dei seguenti requisiti alla data di presentazione della domanda:

  • a) siano regolarmente costituite, iscritte e attive nel Registro delle Imprese (come risultante da visura camerale) con almeno due bilanci depositati alla data di presentazione della domanda di partecipazione;
  • b) abbiano una sede legale e/o operativa oggetto dell’intervento in Lombardia (rilevabile nella visura camerale);
  • c) abbiano concluso positivamente una Composizione negoziata per la soluzione della crisi d’impresa ai sensi degli artt. 12 e segg. Codice della Crisi d’Impresa, oppure,
  • d) abbiano in essere e abbiano rispettato per un arco di tempo minimo di 9 mesi dal relativo decreto di omologa:
    − un accordo di ristrutturazione dei debiti omologato, ai sensi dell’art. 57 Codice della Crisi d’Impresa, oppure,
    − un concordato preventivo in continuità omologato ai sensi degli artt. 84 segg. Codice della Crisi d’Impresa,
    − un piano di ristrutturazione omologato ai sensi dell’art. 64-bis Codice della Crisi d’Impresa,
    − un accordo di ristrutturazione dei debiti omologato ex art 182 bis della legge fallimentare di cui al r.d. 16 marzo 1942, n. 267 e s.m.i. e un concordato preventivo in continuità omologato ex art 186 bis della legge fallimentare.

    Il requisito di cui alla lettera b) deve essere mantenuto fino all’estinzione del finanziamento.
    Le imprese di cui alla lettera c) possono presentare domanda di contributo e di finanziamento; le imprese di cui alla lettera d), anche qualora provenienti da una composizione negoziata della crisi, possono presentare esclusivamente domanda di finanziamento.

    Iniziative ammissibili
    Possono essere finanziati tramite il Finanziamento assistito da garanzia gli investimenti materiali e immateriali per lo sviluppo aziendale, realizzati presso le sedi operative presenti sul territorio della Lombardia, nonché le spese di consulenza ad essi correlate e il fabbisogno di capitale circolante aziendale.
    Possono essere finanziate tramite il Contributo a fondo perduto le spese di consulenza propedeutiche all’avvio o inerenti allo svolgimento della Composizione negoziata per la soluzione della crisi d’impresa, nonché i compensi dell’esperto nominato nell’ambito della medesima procedura.

    Gli interventi devono essere realizzati e rendicontati entro 36 mesi dalla pubblicazione sul BURL del decreto di concessione dell’agevolazione.
    Spese ammissibili al Finanziamento assistito da garanzia:
    a) acquisto e installazione di macchinari, impianti di produzione, attrezzature, hardware e arredi, necessari per il conseguimento delle finalità progettuali;
    b) acquisto di software e licenze d’uso software; costi per servizi software di tipo cloud e saas per un periodo non superiore ai 12 mesi di servizio, ammissibili solo per il regime de minimis
    c) acquisizione di marchi, brevetti e licenze di produzione;
    d) opere murarie e impiantistica se direttamente correlate e funzionali all’installazione dei beni di cui alla voce a), nel limite del 20% di tale voce di spesa;
    e) costi per servizi di consulenza prestati da consulenti esterni e correlati all’investimento, nel limite massimo del 30% delle voci da a) a d);
    f) fabbisogno di capitale circolante nel limite massimo del 40% delle voci da a) a d), ammissibile solo per il regime de minimis.

    Spese ammissibili al Contributo a fondo perduto in regime de minimis:
    a) costi dei servizi di consulenza prestati da consulenti esterni propedeutiche all’avvio o inerenti alla
    Composizione negoziata per la soluzione della crisi d’impresa (quali, a titolo esemplificativo, advisor che redigono lo studio di fattibilità per l’avvio della procedura, redazione del business plan, …).
    b) compensi dell’esperto.
    Le spese relative al contributo a fondo perduto non devono essere continuative o periodiche e devono esulare da costi di esercizio ordinari dell’impresa connessi ad attività regolari quali la consulenza fiscale, la consulenza legale o la pubblicità e devono essere già state quietanzate alla data di presentazione della domanda di partecipazione.

    Contributi
    La dotazione finanziaria è di 20,1 milioni di euro così suddivisi:
  • Finanziamenti: 11,5 milioni di euro;
  • Garanzia: 8 milioni di euro;
  • Contributo a fondo perduto: 600 mila euro.

    L’agevolazione per le PMI (escluse le microimprese) e le MidCap si compone di:
  • una garanzia regionale gratuita (o parzialmente gratuita su richiesta del beneficiario) su un finanziamento a medio-lungo termine erogato da Finlombarda S.p.A. con le seguenti caratteristiche:
    Importo: da 400.000 euro a 2.000.000 euro;
    Durata: da 24 a 72 mesi, incluso l’eventuale preammortamento;
    Modalità di erogazione: alla sottoscrizione del contratto, secondo le valutazioni di Finlombarda S.p.A. e comunque in anticipazione fino ad un massimo dell’80%;
  • un contributo a fondo perduto nel limite massimo di 60.000 euro esclusivamente per le imprese che abbiano concluso positivamente una Composizione negoziata per la soluzione della crisi d’impresa.
    I termini e le condizioni del Finanziamento sono definiti caso per caso, a seguito dell’istruttoria economico-finanziaria operata secondo la propria autonomia in materia di assunzione del rischio e di politiche del credito, ivi compreso l’importo, la durata, la modalità di erogazione e le eventuali garanzie ulteriori, che possono differire rispetto a quanto richiesto dal soggetto richiedente.

    Procedure e termini

    Le domande possono essere presentate dalle ore 10.00 del 22 gennaio 2024 ed entro le ore 14.00 del 18 settembre 2026.
    L’Iniziativa potrà essere chiusa anticipatamente all’esaurimento della dotazione messa a disposizione per la Garanzia.

[A_000185]

Riferimento di legge: D.g.r. 1319_13.11.2023

Vuoi maggiori informazioni per questa agevolazione?

Compila il modulo sottostante, un nostro esperto ti contatterà entro 24h

    Agevolarating

    Genera la tabella con tutte le agevolazioni riservate al tuo settore: un comodo elenco da consultare online oppure scaricabile in versione pdf.

    Scarica le agevolazioni in un unico PDF