Servizio gestito da Agevola SRL

Distretti del commercio: bando 2022-2024

Termini di presentazione domande: dal 27 maggio 2022

Fondi disponibili
Modulistica
Entità agevolazioni
Procedura

Questa agevolazione non è più disponibile, contattaci per conoscere le agevolazioni più adatte alle tue esigenze

Obiettivo del bando: promuovere e consolidare la ripresa delle economie locali nei Distretti del Commercio lombardi, sostenendo sia gli investimenti diretti degli operatori economici, sia gli interventi di qualificazione del contesto urbano e del territorio.

Sono ammissibili progetti relativi a Distretti del Commercio che alla data di pubblicazione del bando attuativo risultino iscritti all’Elenco dei Distretti del Commercio della Lombardia, o che abbiano presentato istanza (salvo buon esito).

Dotazione finanziaria: 42.850.000 euro.

Sono previsti contributi fino a 630.000 euro per i progetti di eccellenza e fino a 165.000 euro per gli altri progetti.

Beneficiari diretti: Comuni, Comunità Montane e Unioni di Comuni aderenti ad un Distretto del Commercio (Distretto Urbano del Commercio – DUC o Distretto Diffuso a Rilevanza Intercomunale – DID).
Per il tramite degli Enti locali e attraverso bandi ad evidenza pubblica da questi emanati, possono essere beneficiarie le MPMI (singolarmente o in partenariato) che abbiano o che si impegnino ad aprire una unità locale collocata all’interno dell’ambito territoriale del Distretto del Commercio e che eserciti una delle seguenti attività: vendita al dettaglio di beni e/o servizi; somministrazione di cibi e bevande; prestazione di servizi alla persona.
Le attività devono avere vetrina su strada o al piano terreno, e disporre di locali direttamente accessibili al pubblico.
I singoli Distretti possono decidere di ammettere anche le attività di commercio su area pubblica.
Possono essere beneficiari anche gli aspiranti imprenditori che avviino un’attività secondo i tempi previsti dai singoli bandi.
I progetti devono essere promossi e realizzati da un partenariato composto obbligatoriamente da:
  • Comuni, Comunità Montane e Unioni di Comuni beneficiari;
  • Associazioni di categoria imprenditoriali del commercio maggiormente rappresentative a livello provinciale.

Capofila del partenariato (a cui potranno partecipare anche altri soggetti pubblici) dovrà necessariamente essere il Comune, Comunità Montana o Unione di Comuni capofila del Distretto del Commercio.

Sono ammessi anche progetti interdistrettuali.

Categorie di interventi ammissibili:

  1. interventi di rigenerazione, riqualificazione e adeguamento dell’area e del contesto del Distretto del Commercio (es: decoro e arredo urbano, aree verdi, illuminazione, pavimentazione stradale);
  2. predisposizione e gestione di servizi comuni del Distretto per le imprese, gli utenti e i visitatori (es: sicurezza, gestione del traffico, logistica, connettività, mobilità, offerta di servizi alle famiglie, adozione di tecnologie digitali);
  3. attività per la governance del Distretto, incluse le attività di studio e analisi e l’assistenza nella predisposizione e gestione del progetto;
  4. attività di animazione e promozione del Distretto e organizzazione di eventi;
  5. misure di agevolazione delle imprese del Distretto.

Tipologie di spese ammissibili (sostenute dal 28/03/2022):

  • spese in conto capitale destinate alla realizzazione o alla manutenzione straordinaria di opere, lavori e impianti o all’acquisizione di beni capitali e immobilizzazioni materiali e immateriali;
  • spese di parte corrente destinate ad attività di animazione e promozione, gestione dei servizi comuni, formazione, consulenze, studi ed analisi, assistenza alla predisposizione e gestione del progetto e governance del Distretto.

Una quota delle risorse regionali in conto capitale concesse a ciascun Distretto dovrà obbligatoriamente essere destinata all’emanazione (entro il 30/06/2023) da parte degli Enti locali di bandi ad evidenza pubblica per la concessione di agevolazioni alle imprese, per la realizzazione di progetti di investimento, che possono includere:

  1. riqualificazione e ammodernamento, in una prospettiva di innovazione e sostenibilità, di attività già esistenti;
  2. avvio di nuove attività o apertura di nuove unità locali oppure subentro di un nuovo titolare presso una attività esistente;
  3. accesso, collegamento e integrazione dell’impresa con infrastrutture e servizi comuni offerti dal Distretto o compartecipazione alla realizzazione di tali infrastrutture e servizi comuni.

I progetti dovranno essere conclusi e rendicontati entro il 31 dicembre 2024.

Termini di presentazione delle domande: dalle 10:00 del 27 maggio 2022 alle 16:00 del 6 settembre 2022. Per ogni Distretto può essere presentata una sola domanda. Procedura: valutativa a graduatoria.

[commercio] [distretti] [territorio] [enti locali] [imprese] [servizi] [lombardia] [regione lombardia] [consumo] [consumatori]

[A_000067]

Riferimento di legge: L.R. 6_02.02.2010

Documenti allegati

D.g.r.-6182_28.03.2022.pdf

Vuoi maggiori informazioni per questa agevolazione?

Compila il modulo sottostante, un nostro esperto ti contatterà entro 24h



    Agevolarating

    Genera la tabella con tutte le agevolazioni riservate al tuo settore: un comodo elenco da consultare online oppure scaricabile in versione pdf.

    Scarica le agevolazioni in un unico PDF