Servizio gestito da Agevola SRL

Arest: sostegno a competitività di territori e imprese

Aperto

Fondi disponibili
Modulistica
Entità agevolazioni
Procedura

Contributo fino al 50% con un massimo di 2.000.000,00 euro.

Obiettivo della manifestazione di interesse: dare attuazione ad un programma di interventi per il rilancio economico e/o sociale dei territori lombardi; territorializzare le politiche regionali intercettando le progettualità che si sviluppano dal basso in risposta ai bisogni e alle esigenze locali per il rilancio economico, sociale e territoriale.

Si invitano uno o più Enti Locali, anche congiuntamente, coordinati da un Ente Locale capofila, a presentare proposte di Accordo di Rilancio Economico, Sociale e Territoriale (AREST) che concorrano all’attuazione della strategia e degli obiettivi.

Dotazione finanziaria: 75.000.000,00 (biennio 2022 – 2023).

Beneficiari.

La proposta di AREST può essere presentata dal rappresentante legale di un Ente locale tra i seguenti:

  • Comuni;
  • Province;
  • Città Metropolitana di Milano;
  • Comunità Montane.

L’ ente locale che presenta la proposta assume il ruolo di capofila del partenariato coordinandone l’attività. Ogni capofila può presentare una proposta.

All’accordo possono partecipare anche università, enti e centri di ricerca e innovazione, imprese singole o in partenariato, soggetti riconosciuti dalla Regione come aggregativi di imprese, quali i distretti del commercio, associazioni di rappresentanza delle imprese e organizzazioni di rappresentanza dei lavoratori a livello locale, provinciale o metropolitano, nonché organismi di diritto pubblico.

Le proposte di AREST dovranno contenere azioni, interventi o progettualità in almeno uno degli ambiti tematici seguenti:

  • attrattività e competitività dei territori: azioni volte a migliorare l’infrastrutturazione del territorio, ad attrarre soggetti privati, pubblici ed economici, a garantire il raggiungimento di livelli di competitività e di offerta tali da favorire il mantenimento e lo sviluppo degli investimenti esistenti, anche attraverso progetti di rigenerazione urbana e di recupero di aree dismesse;
  • competitività delle imprese: in grado di innescare meccanismi di crescita dell’impresa, mantenimento dei livelli occupazionali, interventi di valorizzazione del capitale umano e creazione di una nuova generazione di imprenditori;
  • sostegno all’occupazione: azioni per il sostegno di imprese singole o di gruppi di imprese relative a specifici settori o sistemi localizzati in un medesimo territorio o facenti parte di una stessa filiera.

Le proposte di AREST dovranno conseguire il raggiungimento di almeno uno dei seguenti obiettivi:

  • la realizzazione di opere, interventi, nuovi servizi a carattere pubblico che accompagnino e facilitino l’insediamento di nuove attività economiche o il mantenimento e l’ampliamento di attività già presenti sul territorio;
  • la realizzazione di opere, interventi, nuovi servizi a carattere pubblico che possano favorire l’attrattività del territorio e lo sviluppo delle imprese ivi presenti rispetto alla disponibilità di aree di proprietà pubblica o privata, appositamente individuate o nuovi servizi innovativi.

Possibili indirizzi di sviluppo dei progetti (elenco non esaustivo): pianificazione, realizzazione e potenziamento di infrastrutture fisiche e digitali; progettazione e realizzazione di interventi di recupero di aree o immobili pubblici; interventi di interesse pubblico da realizzarsi in un contesto di rigenerazione urbana o di rilancio territoriale; riqualificazione, risanamento e recupero di ambiti urbani e periurbani, aree o edifici pubblici, prioritariamente dismessi; realizzazione di strutture a servizio delle imprese.

Le proposte devono prevedere investimenti superiori o uguali a 500.000,00 euro.
Il beneficiario del contributo è il soggetto pubblico.
Durata degli interventi da realizzare: min. 12 – max. 36 mesi (dalla data di approvazione dello strumento attuativo).

Termini di presentazione delle proposte:

  • finestra 1 dalle 12:00 del 25/10/2021 alle 12:00 del 24/01/2022;
  • finestra 2 dalle 12:00 del 25/01/2022 alle 12:00 del 26/04/2022;
  • finestra 3 dalle 12:00 del 27/04/2022 alle 12:00 del 25/07/2022.

[lombardia] [aree rurali] [territorio] [valorizzazione] [ambiente] [green]

Riferimento di legge: L.R. Lomb. 19/2019 art. 6 comma 2

Documenti allegati

2012_Normativa_R.zip

Vuoi maggiori informazioni per questa agevolazione?

Compila il modulo sottostante, un nostro esperto ti contatterà entro 24h



    Agevolarating

    Genera la tabella con tutte le agevolazioni riservate al tuo settore: un comodo elenco da consultare online oppure scaricabile in versione pdf.

    Scarica le agevolazioni in un unico PDF