Green pass: via libera al certificato digitale UE

Il documento attesta se una persona:

–           è vaccinata contro il Coronavirus;

–           ha fatto un test recentemente;

–           è guarita dall’infezione.

In pratica, si tratta di tre certificati distinti. Un quadro comune dell’UE renderà i certificati compatibili e verificabili in tutta l’Unione europea, oltre a prevenire frodi e falsificazioni.

Il documento entrerà formalmente in vigore dal 1° luglio 2021 ed avrà valenza per 12 mesi.

 Stati dell’UE non potranno imporre ulteriori restrizioni di viaggio ai titolari di certificati a meno che non siano necessarie e proporzionate per salvaguardare la salute pubblica.

I Paesi dell’UE sono incoraggiati a garantire che i test abbiano prezzi abbordabili e siano ampiamente disponibili. Su richiesta del Parlamento, la Commissione si è impegnata a mobilitare 100 milioni di euro dallo strumento per il sostegno di emergenza per consentire agli Stati membri di acquistare test per il rilascio di certificati di test digitali COVID dell’UE.

I certificati di vaccinazione rilasciati in altri Stati membri per i vaccini autorizzati dall’Agenzia europea per i medicinali dovranno essere accettati da tutti i Paesi dell’UE

(Fonte: Ipsoa)

Vuoi maggiori informazioni?

Contattaci

Leggi le ultime news