Servizio gestito da Agevola SRL

Riconoscimento dei Distretti del Cibo

Bando di prossima pubblicazione

Fondi disponibili
Modulistica
Entità agevolazioni
Procedura

Obiettivi: promuovere lo sviluppo territoriale, la coesione e l’inclusione sociale, garantire la sicurezza alimentare, ridurre l’impatto ambientale, ridurre lo spreco alimentare e salvaguardare il territorio e il paesaggio rurale, valorizzare le produzioni agroalimentari di qualità favorendo l’integrazione di filiera e l’innovazione. Contribuire al mantenimento della crescita occupazionale anche attraverso la valorizzazione delle risorse umane disponibili.

Distretti del cibo: sistemi produttivi territoriali caratterizzati da un fattore aggregante rispetto al sistema produttivo agricolo e agroindustriale, funzionali a perseguire lo sviluppo territoriale, la coesione e l’inclusione sociale, favorire l’integrazione di attività caratterizzate da prossimità territoriale, garantire la sicurezza alimentare, diminuire l’impatto ambientale delle produzioni, ridurre lo spreco alimentare e salvaguardare il territorio e il paesaggio rurale attraverso le attività agricole e agroalimentari.

Ambito territoriale: regionale/interregionale.

La domanda di riconoscimento deve essere presentata da un capofila; possono aderire alla proposta di Distretto:

  • a) imprese agricole e agroalimentari;
  • b) consorzi, società consortili e reti costituite da imprese agricole e imprese che operano nel settore agricolo o agroalimentare;
  • c) organizzazioni di produttori agricoli e associazioni di organizzazioni di produttori agricoli riconosciute;
  • d) imprese operanti in filiere direttamente collegate all’attività agricola (turismo, artigianato, altre attività produttive locali);
  • e) altri soggetti portatori di interesse del territorio/comparto/aree economiche collegate (partner).

Requisiti per il riconoscimento del Distretto. Il Distretto candidato deve:

  • avere sede legale e operativa nel territorio del distretto;
  • proporre al territorio e presentare alla Regione una strategia integrata coerente con gli obiettivi di cui sopra e con la tipologia di distretto individuata;
  • costituirsi in una delle forme seguenti: associazione, fondazione, consorzio, società consortile, società cooperativa, contratto di rete.

E’ possibile richiedere un contributo a parziale copertura delle spese relative al riconoscimento e alla costituzione della società di distretto, sostenute a partire da 60 giorni precedenti la data di presentazione della richiesta di riconoscimento.

Spese ammissibili: consulenza tecnica e amministrativa; spese notarili.

Entità del contributo: 30% con un massimo di euro 15.000,00.

[cibo] [distretti del cibo] [lombardia] [agricoltura] [agroalimentare]

Riferimento di legge: L.R. Lomb. 31/2008 art. 7 bis

Documenti allegati

1901_Normativa.zip

Vuoi maggiori informazioni per questa agevolazione?

Compila il modulo sottostante, un nostro esperto ti contatterà entro 24h



    Agevolarating

    Genera la tabella con tutte le agevolazioni riservate al tuo settore: un comodo elenco da consultare online oppure scaricabile in versione pdf.

    Scarica le agevolazioni in un unico PDF