Servizio gestito da Agevola SRL

Contributi per impianti trattamento rifiuti speciali, fanghi e rifiuti tessili

Fondi disponibili
Modulistica
Entità agevolazioni
Procedura

Contributo a fondo perduto fino al 100% con un massimo di 10.000.000 euro.

Obiettivo: colmare i divari strutturali che ostacolano lo sviluppo del settore dell’economia circolare, incrementando, altresì, l’occupazione e migliorando l’impatto ambientale.

L’Avviso è finalizzato a sostenere investimenti che mirano a migliorare la gestione dei rifiuti attraverso la meccanizzazione della raccolta differenziata e la creazione di ulteriori strutture di trattamento dei rifiuti stessi, anche al fine di ridurre il numero di infrazioni europee aperte contro l’Italia e le importanti disparità regionali nei tassi di raccolta differenziata.

Dotazione finanziaria: 450.000.000,00 euro.

Beneficiari: EGATO Operativi. In assenza di EGATO Operativi, i soggetti beneficiari sono i Comuni, i quali possono operare singolarmente o nella Forma Associativa tra Comuni.

ATO è l’Ambito Territoriale Ottimale, ossia la porzione di territorio, di dimensione definita dalle Regioni e dalle Province autonome di Trento e Bolzano, nella quale è organizzato il servizio di gestione rifiuti. EGATO sono gli Enti di Governo dell’ATO.

Gli interventi ammissibili dovranno riguardare l’ammodernamento (anche con ampliamento di impianti esistenti) e la realizzazione di nuovi impianti innovativi di trattamento/riciclaggio per lo smaltimento di materiali assorbenti ad uso personale (PAD), i fanghi di acque reflue, i rifiuti di pelletteria e i rifiuti tessili.
A titolo non esaustivo potranno essere realizzate le seguenti attività:

  • 1. Realizzazione di impianti di essicazione dei fanghi provenienti da impianti di depurazione;
  • 2. Realizzazione di impianti di trattamento dei fanghi provenienti da impianti di depurazione mediante miscelazione di fanghi e rifiuto verde tramite compostaggio aerobico e maturazione compost;
  • 3. Realizzazione di impianti di trattamento dei fanghi provenienti da impianti di depurazione previa digestione anaerobica a umido, cattura del biogas e successiva estrazione del metano;
  • 4. Realizzazione di impianti innovativi di trattamento/riciclaggio per materiali assorbenti ad uso personale (PAD), rifiuti tessili e di pelletteria.

I progetti devono:

  • non avere ottenuto, nell’ultimo ciclo di programmazione, un finanziamento a valere su fondi strutturali di investimento europeo a valere sul medesimo intervento;
  • non ledere il principio DNSH di “non arrecare un danno significativo” contro l’ambiente;
  • essere coerenti con gli strumenti di pianificazione, inclusi i PRGR di riferimento;
  • essere coerenti con la normativa UE e nazionale, con il piano d’azione europeo sull’economia circolare nonché in sinergia con altri piani settoriali (ad. es. PNIEC) e/o altre componenti del piano, tecnologie innovative basate su esperienze su scala reale;
  • essere coerenti e complementari con i programmi della politica di coesione e progetti analoghi finanziati mediante altri strumenti dell’UE e nazionali.

Il periodo per la presentazione delle Proposte è suddiviso in 2 fasi:

  • la prima, a partire dal 24/11/2021 in cui saranno pubblicati i fac-simile della Proposta sul sito istituzionale del MiTE;
  • la seconda, di presentazione della Proposta sulla Piattaforma, a partire dal 14/12/2021 ed entro e non oltre il 16/03/2022.

[transizione ecologica] [rifiuti] [ambiente] [filiera] [impianti] [economia circolare]

Riferimento di legge: D.M. 28/09/2021 linea 1.1/C

Documenti allegati

2054_Normativa.zip

Vuoi maggiori informazioni per questa agevolazione?

Compila il modulo sottostante, un nostro esperto ti contatterà entro 24h



    Agevolarating

    Genera la tabella con tutte le agevolazioni riservate al tuo settore: un comodo elenco da consultare online oppure scaricabile in versione pdf.

    Scarica le agevolazioni in un unico PDF